{h1}
articoli

Spese in conto capitale per la costruzione

Anonim

Le spese in conto capitale (a volte abbreviate in Capex, CAPEX o CapEx) sono spese una tantum che si traducono nell'acquisizione, costruzione o potenziamento di immobilizzazioni significative inclusi terreni, edifici e attrezzature che saranno utili o utili per più di un esercizio.

Sebbene sia generalmente relativamente semplice identificare le spese necessarie per acquisire o costruire attività fisse, la distinzione tra miglioramenti e spese quali riparazioni, manutenzione o sostituzione può essere difficile. In generale, i miglioramenti dovrebbero:

  • Allunga significativamente la vita del bene.
  • Aumentare significativamente il valore del bene.
  • Aumentare significativamente l'utilità del bene.

Le spese in conto capitale sono spesso distinte dalle spese operative (OPEX a volte indicato come "spesa delle entrate"). Questa è la spesa sostenuta nelle operazioni quotidiane, come; salari, utenze, manutenzioni e riparazioni, affitti, vendite, spese generali e amministrative e così via.

Nella costruzione, capex e opex possono essere considerati associati a fasi separate e distinte, con spese in conto capitale durante l'acquisizione e la costruzione, e quindi un "passaggio di consegne" alle spese operative quando il cliente prende possesso dello sviluppo completato.

Capex e Opex possono essere visti come esigenze in competizione, con maggiori spese in conto capitale che spesso comportano minori costi operativi, in quanto un asset di qualità più elevata può avere minori costi di manutenzione e riparazione, minori costi di utilities e così via. Mentre a volte la divisione tra capitale e spesa operativa può essere una necessità, basata sulle risorse disponibili per il cliente in quel momento, può essere il risultato di una valutazione dei costi della vita intera.

I costi di tutta la vita considerano tutti i costi associati alla vita di un edificio, tra cui:

  • Acquisizione.
  • tasse
  • Costruzione.
  • Assicurazione, inflazione e finanziamento.
  • Infissi, arredi e attrezzature.
  • Relocation.
  • Operazione.
  • Disposizione.

Mentre è spesso allettante cercare risparmi nelle prime fasi di un progetto, il relativo vantaggio tende a essere compensato dall'impatto a lungo termine.

Ciò è a volte dimostrato da una valutazione approssimativa dei costi tipici di un edificio per uffici di oltre 30 anni, nel rapporto:

  • Da 0, 1 a 0, 15 per i costi di progettazione (riferimento OGC Raggiungere la Guida all'eccellenza 7 - Costi totali).
  • 1 per i costi di costruzione.
  • 5 per la manutenzione e la costruzione di costi operativi durante la vita dell'edificio.
  • 200 per il costo di gestione dell'attività durante la vita dell'edificio.

(Rif. Relazione della Royal Academy of Engineering su I costi a lungo termine di possedere e usare edifici (1998).)

Tuttavia, questo è stato criticato come fuorviante, non da ultimo perché l'industria delle costruzioni rappresenta circa il 7% del PIL, il che implica una percentuale molto più significativa dei costi aziendali rispetto a quanto suggerisce il rapporto. Altre percentuali di costi di costruzione per i costi operativi ai costi aziendali hanno suggerito cifre di 1: 0, 6: 6 per alcuni tipi di edifici. Tuttavia, l'utilità di questi rapporti è discutibile, a parte il caso in cui siano calcolati in base a dati reali per attività specifiche.

Raccomandato

Concorso di ricerca sul benessere di BRE

Valutazione delle prestazioni degli edifici negli edifici domestici

Reversibile Building Design