{h1}
articoli

Tipi di noci

Anonim

Un dado è un dispositivo di fissaggio costituito da un blocco con un foro filettato al centro. Il buco contiene fili "femminili" che tipicamente corrispondono ai fili "maschio" di un bullone o di una vite. I dadi sono usati con il loro 'accoppiamento ' bullone o vite per fissare insieme i materiali.

La forma più comune per un dado è esagonale, poiché sei lati forniscono più angoli per uno strumento da cui avvicinarsi, anche se gli angoli possono essere più vulnerabili a diventare arrotondati nel tempo che li rende meno facili da usare con gli strumenti. Possono essere usati anche i dadi quadrati, ma sono meno comuni.

Le vibrazioni o la rotazione possono avere l'effetto di allentare un dado nel tempo e possono quindi essere utilizzati diversi meccanismi di bloccaggio, tra cui:

  • Rondelle di bloccaggio.
  • Dadi o dadi di bloccaggio.
  • Liquido autofilettante.
  • Fili a forma ovale

I dadi sono utilizzati per molte applicazioni diverse e quindi ci sono una grande varietà di tipi diversi. Alcuni di questi includono:

  • Dado esagonale di base: un dado a sei facce e il tipo più comune. Ci sono diverse varianti come il blocco dell'inserto in nylon che aiuta a fissare il dado in posizione.
  • Dado ad alette: la testa di un dado ad alette ha due "ali" su ciascun lato, consentendo di stringere e allentare a mano. Utilizzato principalmente per il fissaggio temporaneo.
  • Cap dado: questo tipo di dado è chiuso ad una estremità con una parte superiore a cupola liscia.
  • Dado di ghianda: simile a un dado a cappello ma l'estremità arrotondata ha una corona più alta.
  • Dado del barilotto: noto anche come un dado di centraggio, questo ha un 'proiettile rotondo con fili perpendicolari alla sua lunghezza.
  • Dado a gabbia: una gabbia in acciaio a molla avvolge il dado con le alette che possono essere utilizzate per comprimere e rilasciare il dado.
  • Dado di accoppiamento: un elemento di fissaggio filettato per unire insieme due filettature maschio, ad esempio nelle tubazioni, o per realizzare assi lunghi a barre di lunghezza minore.
  • Dado flangiato: un'ampia flangia su un'estremità funge da rondella integrata, distribuendo la pressione del dado sulla parte da fissare.
  • Inserire il dado: inserito in un foro preforato per fornire una presa filettata.
  • Dado diviso: diviso in due pezzi per consentire alla filettatura femmina di aprirsi e chiudersi sulla filettatura maschio di un bullone o di una vite.
  • Dado quadrato: un dado a quattro lati che offre una maggiore resistenza all'allentamento.
  • Dado dell'otturatore: noto anche come dado autofissante, viene utilizzato per ancorarsi permanentemente sulla lamiera.
  • T-nut: un corpo lungo e sottile con una flangia a forma di T ad un'estremità che scava, lasciando una superficie a filo.
  • Dado di saldatura: un dado specializzato che può essere saldato su un altro componente.

Raccomandato

Onore Goodsite

Architettura Jugendstil

Verso un rinascimento urbano